Monitor di controllo drenaggio (DCM) per le pompe sommerse

forum dedicato agli azionamenti

Monitor di controllo drenaggio (DCM) per le pompe sommerse

Messaggioda admin » 16 nov 2012, 18:02

Il monitor DCM (Drainage Control Monitor) permette di tagliare i costi di gestione dei sistemi con pompe sommerse, ne facilita il controllo e ne estende, in termini di tempo, l’operatività. Dal momento che il DCM utilizza il motore come sensore, l’avviamento e l’arresto delle pompe avvengonosenza dover impiegare interruttori di livello, che spesso sono messi in crisi dallapresenza di fanghi e sospensioni solide. Ogni fermata causa temporanei fuoriservizio e aumenta i costi di manutenzione.

Due fattori principali stanno aumentando l'esigenza di proteggere e monitorare le apparecchiature ed i processi azionati da motori elettrici: una maggior sicurezza nell'ambiente di lavoro e la necessità di essere sempre competitivi.
Enti ed Autorità di tutti i Paesi più industrializzati impongono norme sempre più severe per salvaguardare la salute degli addetti delle industrie manifatturiere e, con l'obbiettivo di una più alta efficienza produttiva a costi sempre inferiori, viene enfatizzata la ricerca per l'utilizzo ai massimi livelli di mac-chine e processi industriali.
Questi obbiettivi possono essere raggiunti in due modi: applicando i monitors elettronici per il controllo del carico motore principalmente per prevenire danni alle apparecchiature ed agli addetti suggerendo correzioni quando si rilevano variazioni anomale nel funzionamento dei motori, ma anche per sostituire componenti più costosi come organi frizione, interruttori automatici o di prossimità, fotocellule, interruttori di livello, spine di sicurezza o sensori per la rotazione, pressostati o flussimetri, etc.
I monitors DCM sono arrivati per primi sulla scena e sono oggi utilizzati ovunque nel mondo. Quella che li rende unici è una semplice quanto brillante intuizione, che fa derivare il loro funziona-mento dall'utilizzo del motore stesso come elemento sensore per misurare in continuo le variazioni del carico.

La caratteristica dei monitors DCM è la loro capacità di fare a meno di sensori o circuiti esterni, che non sempre possono essere facilmente installati in ambienti a rischio, anche prescindendo dal loro costo. Quando nel funzionamento di un motore si verifica un carico diverso da quello previsto, il monitor interviene in vari modi: fermandolo o attivando un allarme.
Tutti i monitors DCM sono stati progettati per l’impiego con motori ad induzione.
I monitors DCM misurano la potenza istantanea all’albero motore, e non solo la potenza di alimentazione.
Altre importanti caratteristiche sono la stabilità nel tempo e la minima generazione di calore durante il servizio. Essendo possibile l'utilizzo con motori sia di piccola che di grande potenza, è frequente l’impiego in aree dove il loro utilizzo consente di minimizzare costi di gestione e manutenzione altrimenti elevati.

Un monitor per le pompe sommerse
Il monitor DCM (Drainage Control Monitor) permette di tagliare i costi di gestione dei sistemi con pompe sommerse, ne facilita il controllo e ne estende, in termini di tempo, l'operatività.
Il DCM usa un algoritmo per misurare automaticamente i tempi di lavoro della pompa: calcola appropriati tempi di pausa e, pertanto, ne regola in continuo il servizio adattandolo a quelli di riempimento del pozzo. Gli interruttori di livello non sono più necessari: solo un interruttore di massimo livello vie-ne usato per prevenire situazioni di “troppo pieno” della vasca di raccolta.
E’ possibile utilizzare due DCM per controllare, monitorare e proteggere due pompe sommerse che lavorano alternativamente o una di emergenza all’altra. Ne sono un esempio gli impianti di trattamento scarichi di fognatura, stazioni di bonifica delle acque e di drenaggio per tutte le applicazioni nel campo delle costruzioni, minerario e delle cave.
Un esempio di installazione dei monitor DCM (vedi figura)
dcm_01.jpg
Un esempio di installazione dei monitor DCM
dcm_01.jpg (47.03 KiB) Osservato 9001 volte



Risparmio energetico e riduzione dei costi di esercizio
Con l'installazione del DCM si possono realizzare significativi risparmi sui costi d'esercizio. Infatti, la possibilità di modificare automaticamente il ciclo della pompa per prelevare da pozzi e vasche la sola quantità d'acqua desiderata, riduce in modo significativo i consumi d'energia ed i relativi costi.
Riducendo i cicli di lavoro delle pompe e prolungandone i tempi di sosta si può ottimizzare il servizio: minor usura e meno rotture dei componenti della pompa significano meno parti di ricambio da acquistare e meno interventi di manutenzione.
D'altro canto l'eliminazione degli interruttori di livello o, quanto meno, una riduzione del loro numero, comportano un contenimento dei costi d’installazione. Va inoltre rilevato che rispetto agli interruttori di livello, che spesso richiedono una costante attenzione, i DCM sono dispositivi elettronici molto affidabili, che non necessitano di manutenzione e che possono essere installati all’interno di quadri di comando, risultando così anche al riparo da urti o altri indesiderati inconvenienti.
Il monitor DCM consente di risparmiare energia (vedi figura)
dcm_02.jpg
Il monitor DCM consente di risparmiare energia
dcm_02.jpg (53.72 KiB) Osservato 9001 volte


Un esempio di manutenzione ridotta al minimo
Il monitor DCM ha mosso i primi passi sull’impianto di trattamento acque di Halmstad in Svezia dove le pompe sono impiegate per sollevare acque di scarico fino all'altezza richiesta dalla fase successiva del processo di trattamento.
"Dal momento dell’installazione - ha dichiarato Mr. Lars Bengtsson, l'ingegnere responsabile dell'impianto che è stato molto soddisfatto per i risultati ottenuti - gli interventi di manutenzione si sono drasticamente ridotti e, grazie al monitor DCM che usa lo stesso motore della pompa come sensore, ho potuto ridurre il numero degli interruttori di livel-lo prima necessari ".
I monitors DCM aumentano i tempi di esercizio delle pompe sommerse (vedi figura)
dcm_03.jpg
I monitors DCM aumentano i tempi di esercizio delle pompe sommerse
dcm_03.jpg (42.94 KiB) Osservato 9001 volte


Installazione facile e automatica
Il monitor DCM si collega al circuito di un motore asincrono attraverso un trasformatore di corrente. Dopo l’installazione e l'avviamento della pompa, i livelli di intervento si ottengono molto rapidamente e semplicemente soltanto premendo il tasto di "Auto set". Entro tre secondi saranno automatica-mente impostati i più appropriati livello d'intervento.
La funzione di AUTO-SET può essere impostata direttamente dal pannello di comando del monitor, con la pompa immersa nell'acqua o posizionata sul fondo di un pozzo senz'acqua o, ancora, installata all’interno di un serbatoio. Il DCM è in grado di monitorare costantemente il tempo della fase operativa e il valore rilevato si utilizza per determinare il tempo di pausa successivo. Più lungo sarà il tempo di lavoro, più breve sarà la pausa prima del nuovo avviamento. In questo modo il tempo di lavoro della pompa sarà automaticamente adeguato alla capacità di riempimento del pozzo.
Quando la pompa comincia ad estrarre aria, per mancanza d'acqua nel pozzo, il DCM rileva imme-diatamente il conseguente ridotto carico sul motore e arresta la pompa stessa, non appena sia stato raggiunto il limite di sottocarico in precedenza impostato. Con questa procedura, il fondo del pozzo viene svuotato completamente e mantenuto più pulito di quanto si potrebbe ottenere con un sistema regolato da un interruttore di livello.
Infine il DCM presenta una varietà di dati sul display del suo pannello frontale quali:
- la misura della tensione di alimentazione e la potenza assorbita;
- il valore di picco della potenza assorbita;
- il tempo rimanente in attesa di ripartenza dopo un arresto;
- il tempo di operatività dopo l'ultimo awiamento;
- il tempo totale di attività e il numero totale di avviamenti della pompa.
Il DCM controlla anche la sequenza e l'asimmetria delle fasi, le eventuali variazioni anomale della tensione di rete e la temperatura del motore.
Si utilizzano solo sei tasti per impostare tutte queste informazioni.
Tutte le situazioni di allarme sono evidenziate sul display e attivano un relè di servizio.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 02 mar 2012, 22:04

Torna a Azionamenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron